25 lug 2012

Matt Whyman

La prima cosa in cui mi imbatto è il suo blog, da cui capisco subito che non ha molto tempo da dedicare alla rete (un post al mese!) …e che lo usa a puro scopo promozionale per i suoi libri. Appena leggo la pagina ‘About Matt’ capisco perché ha così poco tempo: è impegnato su fronti diversi (dal giornalismo ai romanzi per adulti alle storie per ragazzi, ai laboratori di scrittura creativa, alle campagne pubblicitarie e alle varie ospitate in TV e in radio). Come ho già affermato, sono sempre un po’ sospettosa nei confronti di chi vuole fare troppe cose perché ho la sensazione che non ne venga bene nessuna. Vedremo…
Apprendo che è sposato con 4 figli (pure!), che vive nel West Sussex e che il libro che gli ha portato maggiore notorietà è Oink!
Esploro un altro po’ il blog e non trovo nulla di speciale. Ci sono, ovviamente, tutti i suoi libri con trame e tanti buoni consigli. Utile. Pratico… senza fronzoli. Passo oltre…
Noto che ha sia un account Twitter che uno su Facebook. Vado ad esplorare Twitter e capisco nuovamente perché dedica poco tempo al blog… è sempre su Twitter.
Ecco finalmente il vero Matt! Mi faccio un’idea positiva di lui: è simpatico, senza pretese e, soprattutto, adoro le foto che ha postato. Immagino che stia promuovendo il suo ultimo libro, che in italiano non è ancora stato tradotto, Walking with sausage dogs (letteralmente ‘Andare a spasso con cani-salsiccia’). Dovrebbe dedicare un pagina del suo blog alle foto: lo renderebbe più personale.
Nonostante la stimata carriera di narratore: diversi romanzi per ragazzi e alcuni per adulti ben accolti dalla critica, la curiosità mi spinge verso Oink! Sicuramente questo tipo di libri ha grande richiamo per il pubblico, anzi stanno proprio spopolando. Qualche esempio?


…e devo ammettere che mi lascio conquistare anch’io, essendo un’amante degli animali. Ho cominciato con la serie della mitica Doreen Tovey… una vecchietta che viveva nel Somerset con i suoi gatti siamesi e che ha iniziato a raccontare la sua pazza vita con i felini. Ebbene, uno tira l’altro e mi sono ritrovata ad acquistare quasi tutta la serie.
Purtroppo, il lato negativo di questi libri è che prima o poi i loro protagonisti muoiono ed io proprio non sopporto quella parte, che mi lascia ogni volta un piccolo vuoto dentro.
Comunque, viste le mie vecchie abitudini, ho deciso OVVIAMENTE di leggere Oink!




The first thing I run into is Matt’s blog, which makes me think he’s got very little time for the net (one post a month)… he mostly uses it to promote his books. As soon as I read the page ‘About Matt’ I understand why he’s got so little time: he’s been working on different things (from teen-journalism to novels, to creative writing courses, as well as advertising campaigns and then there’s the TV and the radio. I’ve already stated that I’m usually quite suspicious  of those who do too many things at the same time because I feel nothing comes out of that. We’ll see…
I also understand he’s married and father of four (none the less!) and lives in West Sussex and his global fame is mostly due to Oink! –his book on minipigs.
I explore the site for further information but I cannot find anything special. There are, obviously, all his books with plot and advice. Useful. Practical… without frills. I quit…
I find his Twitter account and I see he’s got one on Facebook, too. I explore Twitter and I understand again why he’s been writing so little on his blog… he’s always on social networks, apparently. Here’s the real Matt, at last!
I get a positive impression: he’s quite humorous, unpretentious, and –above all- I adore the photos he’s posted so far. I suppose he’s on with the promotion of his last book, Walking with Sausage Dogs. He should devote a page on his blog to those pictures: it would make it more personal.
Despite his career as a novelist –both for teenagers and grown-ups- I feel attracted to Oink! It certainly had a great  success, that’s probably why he’s devoted some time to the genre, writing Walking with Sausage Dogs.
As a matter of fact, there’s a vogue for that kind of books. Some examples? SEE SHELF ABOVE
Being an animal lover, I must admit I often yeld to temptation. I’ve been reading a lot of these books. It all started with the series by Doreen Tovey… an old woman who lived in Somerset with her Siamese cats and wrote about her crazy life. Well, one after the other I found myself reading almost the entire series .
Unfortunately the blind side of that kind of books is that the protagonists sooner or later die and I really can’t stand that part, leaving a void inside my heart.
However, as old habits die hard, I’ve obviously decided for Oink!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...